Qualcosa su di me

Nasco a Bergamo il 12 giugno 1978.
Figlio di fotografo professionista, ho seguito le orme paterne sin dai primi anni vita frequentando lo studio e giocando ore e ore tra la carta e la chimica della camera oscura. Sin dai primi anni ho subito il fascino del disegno, coltivato nei successivi anni liceali.

Durante l’infanzia e l’adolescenza ho affiancato lo studio del pianoforte a quello scolastico, passione che mi accompagnerà sempre nella vita. Nel 1989 – a 11 anni – ho conseguito il diploma del primo anno di “Teoria e Solfeggio” presso il Conservatorio di Bergamo.

Sono il titolare di un piccolo spazio creativo chiamato Incontroluce Creative Studio situato a Treviolo, un piccolo paese poco distante da Bergamo.

Pratico nuoto e sci di fondo dall’età di 6 anni e mi sono avvicinato allo sci da discesa soltanto attorno ai 20 anni. Non disdegno lunghe camminate in montagna e la compagnia della bicicletta nel tempo libero.
Appassionato di musica rock inglese anni ’70 adoro i Queen, seguiti abitualmente dagli intramontabili Beatles. In automobile le playlist più consumate includono anche Pink Floyd, David Bowie, Depeche Mode e U2. Molto apprezzate anche le tracce dei Coldplay, Muse, Police e Sting.

Al cinema prediligo film d’avventura e i vecchi classici di fantascienza. Soffro la crisi del cinema anni ‘2000, ricchi di effetti speciali ma di ben poca sostanza. E’ famosa tra i miei amici e conoscenti la mania che mi affligge dagli anni ’80 nei confronti di quello che ironicamente (ma non troppo) ritiengo il più grande capolavoro della storia cinematografica: Back to the Future, della cui trilogia ripeto a memoria ogni singola battuta in lingua italiana ed inglese. Tra i miei film preferiti vanno citati Forrest Gump, Minority Report, Psycho e Shining.

Seguo con fatica le migliori serie TV, consapevole che capolavori come Lost sono rari ed irripetibili. Ciò nonostante Breaking Bad ha colmato le lacune di molte altre serie.

Adoro la lingua inglese che parlo correntemente nei dialoghi in rete oltre che nei viaggi in terre straniere.
Lavoro e finanze permettendo, amo viaggiare e visitare città e luoghi del mondo.
Se dovessi decidere in quale città del mondo dovermi trasferire non avrei alcun dubbio nello scegliere San Francisco.

Nel tempo libero scrivo in assoluta libertà pensieri di ogni genere e tema nel mio blog personale.
Vivo ad Albano Sant’Alessandro (BG).

 

Chi sono. Dopo anni di gavetta in studi di fotografia e di produzione, dopo innumerevoli esperienze didattiche in istituti professionali, rinomate Agenzie pubblicitarie e Università, mi ritengo fotografo e videomaker indipendente.

 

Chi non sono. Non sono un operatore video. Non sono un cameraman. Non sono un montatore video di materiale altrui. Nonostante le abilità e confidenze con gli strumenti digitali e informatici (affini alla mia professione) non sono un tecnico di computer e non eseguo alcuna assistenza in ambito informatico.

 

Cosa faccio. Realizzo prevalentemente spot commerciali e documentari. Esamino, seleziono (e a volte scarto) ogni progetto. Ascolto le esigenze del diretto committente e immagino la migliore soluzione che la mia creatività può consentirmi. Con l’aiuto di validi collaboratori e di tecnologia adeguata trasformo le idee in storyboard, in immagini e in video.
Cosa non faccio. Non lavoro per conto terzi. Non realizzo filmini matrimoniali, feste di compleanno, cerimonie e produzioni low budget.

Stefano Giambellini

Last review: 19.11.2016